Roberto Osti

Aggiornamento del blog

Posted by in Web 2.0

Finalmente ho trovato il tempo di rimettere mano al blog, spinto dalle nuove possibilità offerte dal cross-posting. L’ho fatto in due direzioni distinte: restyling grafico in ottica minimal; instlaazione di nuovi plug-in. Mi spiego: dall’avvento e dall’esposione dei social network (facebook, twitter, linkedin, Google+, instagram, tumblr) la vita dei blogger della prima prima ora è radicalmente cambiata. I nuovi media hanno rapidamente rubato spazio e tempo ha chi con dedizione e pazienza coltivava un proprio blog personale e la manutenzione di un *proprio* spazio è diventata sempre più complessa. Anche…read more

0

Tendenze: HTML5

Posted by in Information Technology, Web 2.0

Un flash 🙂 Qui il link alla documentazione officiale: http://dev.w3.org/html5/spec/Overview.html Interessante, non c’è che dire. Per Adobe si prospetta un periodo difficile, non dico che il risultato sia scontato, ma vedrà sorci verdi: io – ovviamente – tifo HTML5 e tiferò sempre e comunque qualsiasi standard si contrapponga ad un prodotto chiuso.

0

Integrazione MacBook e iPhone

Posted by in Apple, How-To, Mac OS X, Musica, Web 2.0

Ci sono esperienze d’uso difficili da rendere a parole, ma che sono veramente incredibili e impensabili fino a qualche anno fa. L’accoppiata MacBook + iPhone in campo multimedia riesce a fare meraviglie. In particolare vorrei consigliare (ma purtroppo non ho il tempo per parlarne): Remote per iPhone: permette di utilizzare l’iPhone come telecomando per iTunes su Mac (o PC) Simplify: permette di ascoltare la propria libreria iTunes su Mac (o PC) ovunque voi siate in streaming dall’iPhone; di più permette di condividere la propria libreria iTunes con altri 30 amici…read more

0

La creazione dei contenuti si semplifica. I Content Management System.

Posted by in Gestione Documentale, Information Technology, Web 2.0

Uno dei problemi che ben presto il Web evidenziò fu quello della difficoltà nella gestione dei contenuti da parte dell’utenza normale. Lo stesso inventore del Web, Tim Berners Lee, nel suo blog [LEE05] scrive: “ Nel 1989 uno dei principali obiettivi del WWW era quello di essere uno spazio per la condivisione delle informazioni. Sembrava evidente che sarebbe stato uno spazio in cui chiunque poteva essere creativo, a cui chiunque avrebbe potuto contribuire. Il primo browser era in effetti un browser/ editor, che consentiva a chiunque di modificare qualsiasi pagina,…read more

0

Ustream.tv: la WebTv alla portata di tutti

Posted by in Information Technology, Video, Web 2.0

Divagando nelle mie ricerche sul tema streaming mi sono imbattuto in questo fantastico e leggerissimo servizio Web che permette a chiunque (PC/Mac) di trasmettere in streaming le immagini dalla propria webcam USB e magari di proporle ‘embedded’ all’interno del proprio blog o del proprio sito. Per usufruire del servizio bisogna effettuare una rapida registrazione su Ustream.tv e quindi in pochi rapidi passi si è online grazie ad un piccolo script flash (non serve pertanto installare alcun software!); dopo aver concesso il permesso di controllare la webcam, lo script ne rileva…read more

0

Gmail: come apporre firme diverse per ogni account gestito.

Posted by in How-To, Information Technology, Web 2.0

Scopro un articolo interessante, nonostante abbia quasi un anno, che vorrei condividere. Oramai in molti utilizziamo Gmail, l’innovativo e gratuito servizio di posta elettronica targato Google. Personalmente ci gestisco ben tre diversi account. Dopo l’iniziale entusiasmo come al solito si comincia ad essere più esigenti e quindi mi è sorta la necessità di apporre diverse firme ai diversi account per i messaggi in uscita. Gmail purtroppo non offre questa funzionalità nativamente, ma per fortuna via Firefox + Greasemonkey ed un apposito script anche questo piccolo scoglio si può superare. L’how-to…read more

0

Allora è davvero possibile?!

Posted by in Musica, Personale, Web 2.0

I Radiohead pubblicano sul Web il loro nuovo album e permettono di scaricarlo con la formula “ad offerta libera”. Ancora non ci credo. Sono talmente emozionato che credo acquisterò il vinile, in segno di rispetto e gratitudine. Dal 1993, anno di Pablo Honey non faccio che ripetere che Yorke & C. sono avanti anni luce. Una notizia che mi solleva da una serie di vicissitudini personali che mi stanno tormentando in questi giorni.

1